Aeromodellista Tipo: il Turbinaro.

Condividi!

E’ ormai lontano il tempo in cui era difficile riuscire a vedere un aeromodello a turbina volare.

Vivevo a Chiari, un paesotto in provincia Brescia; per potermi deliziare dello spettacolo avrei dovuto percorrere più di 40 km per raggiungere il campo più vicino dove si vociferava ci fossero turbinari all’azione.

Aeromodellista Tipo: il Turbinaro.

Risuonava dentro di me come un eco: “Alla Cà B…. Alla Cà B….. vedrai volare le turbineeeee“. Ricordo che una domenica mattina di fine estate avevo deciso di non volare per andare a guardare i turbinari all’opera; alle 8 ero già in macchina pronto a raggiungere la metà leggendaria, una località sperduta tra le campagne a sud-est di Brescia.

Arrivato all’indirizzo della struttura fui coltò alla sprovvista. Un grande ed impenetrabile cancello scuro chiuso. Mi guardai intorno e realizzai che non potevo aver sbagliato. Sulla colonna di sinistra un campanello; suonai.

Mi risponse una voce rauca chiedendomi chi fossi: “buongiorno, sono uno spettatore, sarei venuto a vedere volare gli aeromodelli a turbina“. Risponde:E’ un socio?Io:No guardi, non qui purtroppo“. Lapidario:se non l’ha invitata espressamente un socio non può entrare. Buona giornata.

Minchia. Non male come approccio alla categoria. Salgo in macchina intontito e riparto. Da quel giorno non ho mai più messo piede in quel posto. Almeno fino a qualche tempo fa.

Se ti chiedi perchè ti ho raccontato questo fatto, stai tranquillo; è questo trauma che mi ha portato a scrivere le prossime righe.

Il Turbinaro.

Il turbinaro è un personaggio pericoloso, soprattutto per se stesso e per chi gli sta intorno; ma bada bene, non perchè non sappia volare, anzi. Le doti di pilotaggio sono eccezionali, la capacità con cui riesce a far volteggiare la sua riproduzione a turbina lascia gli spettatori senza fiato.

La sua pericolosità è spiegata nei grafici di fatturato di Findomestic. Che cacchio centra? Si, hai letto bene.

Il turbinaro è pericoloso perchè nell’50% dei casi, ad ogni nuovo modello che prepara corrisponde una richiesta di finanziamento. E non fatevi prendere per il culo; se fa l’impiegato, ha moglie e 2 figli, va in giro con una Ritmo dell’82 e si presenta al campo con un Mb339 a turbina da 3 metri da 10 mila euro minimo qualcosa sotto c’è. O forse ha solo pescato il gratta e vinci giusto.

Il brutto di questa cosa sai qual’è? E’ contaggiosa. Ho visto alcune persone perdere la dimensione della realtà pur di presentarsi la domenica mattina al campo di volo con una turbina raggiante. Ma è un virus che contagia un po’ tutte le categorie.

Si, so già che se sei un turbinaro mi stai dicendo delle parolacce; probabilmente me le merito e forse mi sbaglio… Ma mi lasci almeno il beneficio del dubbio?

Ho divagato dai, torniamo a noi.

Il turbinaro, quello vero, quando arriva al campo è fiero e mai timoroso. Sa bene di essere sulla punta della ‘piramide alimentare‘ dell’aeromodellismo RC.

Di recente un mio amico turbinaro mi ha chiesto di accompagnarlo all’Avis; voleva diventare donatore. Lo hanno rimandato a casa: “non idoneo“. Dalle analisi è risultato che aveva il sangue troppo freddo. D’altronde per far volare certe macchine non può essere altrimenti.

Dopo questo episodio gli addetti al punto prelievi hanno inserito nel questionario di selezione una casella da barrare; Turbinaro? Si/no.

Quando è al campo il turbinaro non vola mai in contemporanea con gli altri soci. Eh ti credo; sai le risate se il Funcub del principiante Antonio gli abbatte l’F-16? Vallo a spiegare ai vigili poi di chi è la colpa.

Il turbinaro è maniaco dell’ordine; non ci credi? Prova a guardare dentro la cappottina di un modello. La precisione millimetrica con cui sono sistemati i componenti elettronici farebbe paura anche agli ingegneri della Apple.

E poi c’è lei, la turbina ed il tubo di scarico, il vero amore dei nostri amici della propulsione a reazione. Quasi divinizzata, è il dildo dei loro modelli Jet. Che se le mogli sapessero con quanta cura la infilano nella fusoliera, addio matrimoni.

Ti do un consiglio. C’è una cosa che non devi MAI fare con il turbinaro, potresti essere mandato a quel paese in mezzo secondo: “Che bello! Mi scusi quanto costa un modello a turbina?“. Apriti cielo.

Se ti andrà bene semplicemente si girerà dall’altra parte senza considerarti. Se insisti e lo fai incazzare, occhio, potresti restarci male: “Che cazzo di domanda è? Non è mica un gioco, cosa ne sai di aeromodellismo? Secondo te sono tutti uguali i modelli a turbina? Allora cosa me lo chiedi a fare?”. Findomestic ha lasciato il suo segno.

Ah, peccato che quella del turbinaro sia ancora una categoria così dispendiosa. Per questo, finchè non potrò permettermela mi vedrò costretto a parlarne con disprezzo. Chiaramente, per nascondere la mia grande invidia.

…fine

Se vuoi restare in contatto con me iscriviti alla newsletter!

adminaero

adminaero

A Cura di Giosuè Garofalo. Amo il volo e l' Aeromodellismo ma ancora di più lo SHOW che questa grande passione porta con se!

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Captcha * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.